COSA DICONO…

Elisabetta Foradori
www.elisabettaforadori.com

Ho passato una settimana a fianco di Alexander e della sua famiglia e del casaro Max , respirando la loro passione e seguendo il ritmo del loro lavoro , diverso dal mio che sono agricoltore /viticoltore ( nonchè principiante allevatore di Grigie Alpine). Sono tornata a valle con un senso di profonda gratitudine e rispetto , con una sensazione di comunanza di visioni rispetto agli atti agricoli che entrambi pratichiamo.

Ho capito quanto il fare vino e il fare formaggio siano basati sugli stessi principi : l’espressione pura di un territorio attraverso una fermentazione. Così come attraverso una viticoltura rispettosa della fertilità della terra e dell’identità della pianta otteniamo un frutto vitale che accompagniamo nella trasformazione in vino , ecco che la mucca rispettata nella sua natura , animale che si ciba delle erbe che crescono nei pascoli dell’Alta val Venosta, ci dona un latte ricco di quei caratteri che darà un formaggio dal gusto puro , il gusto di quella terra. Che meraviglia , che grande possibilità di interpretazione abbiamo Alexander ! Siamo davvero fortunati.

 

Heidi Huber-Kamm_I
Heidi Huber-Kamm, Huber Technik GmbH & Co.KG,  Geschäftsführerin
www.huber-technik.de

 

 

 PhilipAckerman_K

Philip Ackerman-Leist,

Professor at Green Mountain College in Poultney, Vermont  USA

 

jörg_ita

Jörg Trafoier, Restaurant Kuppelrain, Kastebell

 www.kuppelrain.com

  

 

 

mANUEL_ITA

Manuel Reheis, Restaurant Broeding, München

www.broeding.de

 

 

RICHARD_ITA

Richard Fuchs, Restaurant cotto crudo im Hotel Vier Jahreszeiten, Prag

www.fourseasons.com